Le relazioni tra esseri viventi

Le relazioni tra esseri viventi

Gli ecosistemi del pianeta ospitano centinaia di migliaia di specie che coesistono in perfetta armonia. Ciò è possibile grazie al fatto che si formano relazioni tra esseri viventi di specie diverse per raggiungere l'equilibrio di tutti questi animali nella stessa regione.

La competizione tra le specie

Alcune di queste relazioni tra esseri viventi sono negative per entrambi i partecipanti. In questo caso, lo diciamo quando entrambe le specie competono per le stesse risorse ciò comporta conseguenze negative per entrambi.

In teoria, tra due specie che competono si otterrebbe il successo piuttosto che un'altra, ma grazie all'esistenza di nicchie ecologiche le relazioni tra esseri viventi di natura competitiva non impediscono di vivere insieme nello stesso habitat.

Mangia o si mangia

Un'altra forma di relazione è predazione ed erbivorismo: parliamo di relazioni tra esseri viventi che sono negativi per uno dei partecipanti e positivi per un altro. Ad esempio, Il leone che caccia una gazzella ha molto da guadagnare, ma la gazzella non ottiene alcun beneficio.

Nel caso dell'erivivismo, a livello ecologico la relazione è la stessa, anche se capita che in molte occasioni l'erbivorismo non porti alla morte dell'animale. ancora, il consumo di piante può consentire ad alcuni animali di agire come disperdenti naturali.

I temuti parassiti

In questo tipo di relazione un parassita si avvantaggia di un essere vivente parassitato. Parliamo di relazioni tra esseri viventi che, come la predazione, sono negativi per un partecipante e positivi per un altro. Tuttavia, in questo caso entrambi gli esseri vivono in stretta relazione o simbiosi.

In molte occasioni, i parassiti hanno cicli complessi che attraversano diversi ospiti. I parassiti causano effetti negativi alterandone la densità, la sopravvivenza o la riproduzione. Alcuni parassiti come il toxoplasma cambiano anche il comportamento dei loro ospiti.

Un altro parassita che modifica il comportamento del suo ospite è Leucochloridium, un verme che mette le sue larve sulle "corna" della chiocciola, che si muovono e attirano l'attenzione sugli uccelli, che sono altri ospiti del verme.

Queste lumache sono notturne, quindi attraverso meccanismi poco studiati al momento, Queste lumache iniziano a cambiare i loro schemi di attività e diventano più attive durante il giorno.

mutualismo

Alcune relazioni tra esseri viventi sono positive per entrambi i partecipanti: parliamo di mutualismo, dove Entrambe le specie mantengono una relazione simbiotica che avvantaggia entrambi gli animali.

Ad esempio, i licheni sono organismi complessi in cui un'alga riceve zuccheri da un fungo e questo permette alle alghe di sopravvivere in un habitat protetto. Molte specie di licheni non potevano più vivere senza questa relazione di mutualismo. Un altro esempio di mutualismo obbligatorio sono le termiti e gli organismi che vivono nel sistema digestivo, i cui enzimi consentono di digerire il legno.

Ci sono altri esempi di mutualismo sono la relazione tra alcuni alberi e formiche africane: pungono e infastidiscono i grandi erbivori, che si allontanano dagli alberi dove abitano e consumano il loro nettare.

Commensalismo e amensalismo

Il commensalismo è una relazione tra esseri viventi in cui uno di loro giova e l'altro non ha alcun effetto. Nel caso dell'amensalismo, parliamo di una relazione in cui, invece di beneficiare, l'altro animale viene danneggiato.

Un esempio di commensalismo sono alcune alghe che vivono nel guscio della tartaruga marina e di altre tartarughe marine, sebbene Non è noto se questa relazione nuoce alle tartarughe diminuendo il loro assorbimento della luce solare o fornendo loro il camuffamento. Un altro esempio di commensalismo è la relazione tra aironi guardabuoi e grandi erbivori.

Un esempio di amensalismo sono le giraffe che calpestano piccole erbe quando cercano di arrivare agli alberi come l'acaciao la propria ombra di questo albero che danneggia queste piccole piante.

Sebbene questo sia un modo didattico di vederlo, le relazioni tra gli esseri viventi sono molto complesse e spesso si sovrappongono l'una all'altra. Ad esempio, sebbene la giraffa mangia l'acacia e calpesta le piante che la circondano, fertilizza anche il terreno, disperde i suoi semi e gli fa produrre più nettare.

Questo nettare è usato dalle formiche, quindi quegli alberi che sono protetti dalle giraffe tendono a non avere questi piccoli insetti. È interessante notare che ci sono altre formiche che non dipendono dal nettare e che promuovono l'infezione degli alberi, quindi l'assenza di giraffe finisce per nuocergli. Questo ci mostra quanto siano complesse le relazioni tra gli esseri viventi nella natura e il pericolo che gli esseri umani modifichino queste relazioni.

Guarda il video: Caratteristiche dei viventi

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: